Go to Top

N utrizione funzionale.

Basi dell'alimentazione

Le proteine

  • Funzioni biologiche delle proteine
  • Valori calorici ed energetici delle proteine
  • Cosa sono gli aminoacidi
  • Qualità delle proteine in relazione all'alimento
  • Fabbisogni giornalieri
  • Differenze tra proteine animali e vegetali
  • Biodisponibilità delle proteine in associazione ad altri alimenti

I lipidi

  • Cisa sono i lipidi o grassi
  • Tipologie dei lipidi: omega6, omega3, monoinsaturi, saturi
  • Le diverse funzione dei vari lipidi
  • I grassi trans
  • Valori energetici e calorici dei lipidi
  • Il ruolo dei lipidi nell'organismo
  • Le quantità da assumere ogni giorno
  • Gli alimenti con il più alto tenore di lipidi
  • I grassi occulti negli alimenti
  • Disturbi derivanti da un consumo eccessivo di grassi
  • Disturbi derivanti da un consumo insufficiente di grassi
  • Digeribilità dei grassi in funzione della cottura
  • Grassi e colesterolo: tabella degli alimenti più indicativi

I glucidi

  • La composizione dei glucidi
  • La famiglia degli zuccheri:

- Polisaccaridi indigeribili (cellulosa o fibre)
- Polisaccaridi (amidi)
- Saccarosio, destrosio, maltosio, lattosio
- Glucosio, fruttosio

  • Il ruolo dei glucidi nell'organismo
  • Quantità media di zuccheri da assumere giornalmente
  • Gli zuccheri contenuti negli alimenti
  • I valori glicemici degli zuccheri
  • Carboidrati più adatti

Le vitamine

  • Cosa sono
  • Le vitamine conosciute e classificate
  • Il ruolo nell'organismo
  • Le vitamine contenute negli alimenti
  • Vitamine solubili
  • Vitamine insolubili
  • Alimenti freschi e crudi: differenze quantitative di vitamine
  • Principali fonti alimentari di vitamine
  • Quantità giornaliere di vitamine da assumere

I minerali

  • Cosa sono
  • I minerali  classificati
  • Il ruolo nell'organismo dei minerali
  • I minerali nell'acqua
  • Alimenti freschi e crudi: differenze quantitative di minerali
  • Principali fonti alimentari di minerali
  • Quantità giornaliere di minerali da assumere

L'acqua

  • Quanta acqua è necessaria all'organismo tutti i giorni?
  • L'acqua contenuta negli alimenti
  • Alimenti che contengono acqua pura
  • Il ruolo dell'acqua nell'organismo

Le fibre

  • Cosa sono le fibre
  • Fibre solubili e insolubili: differenze e funzioni
  • Funzioni positive delle fibre nell'organismo
  • Funzioni negative delle fibre nell'organismo
  • Alimenti con il più alto contenuto di fibre

La nutrizione personalizzata

Tipologie e differenze individuali

E' l'attento Studio del paziente e delle sue caratteristiche fisiche e funzionali con l'adattamento degli alimenti in base alle sue specifiche caratteristiche. Questo genere di intervento sull'uomo è in grado di verificare la risposta di determinati alimenti come sapori, qualità digestive, intolleranze, allergie ecc. per ristabilire equilibri e potenzialità energetiche, nonché ridurre specifici fattori di rishcio. 

Allergie e intolleranze

Individuare le diverse risposte del paziente in funzione di determinati alimenti o agenti chimici per ridurre o eliminarli temporaneamente o definitivamente. Le cause possono essere fisiologiche o emozionali, sarà comunque interessante individuare il percorso personale del paziente che lo ha portato a sviluppare, inconsciamente, tali disturbi. La nutrizione è anche un fattore psicologico in quanto coinvolge la persona in un quadro ampio di comportamenti espressi, o subiti da altri. Il mangiare è un evento sociale, oltre che un bisogno, e questo lo rende esposto a numerosi varianti e interferenze emotive.  

Nutrizione mirata

Far coincidere il più possibile i gusti del paziente con gli alimenti più adatti. La nutrizione mirata è in grado di correggere alcune forme di sovrappeso o obesità che vengono favorite da particolari alimenti non necessariamente considerati cibi che fanno ingrassare, ma che in determinato soggetto tendono ad "accumularsi" o favorire depositi di zuccheri o grassi.

Detox

La disintossicazione

« La disintossicazione è un provvedimento diretto alla rimozione di sostanze tossiche e nocive dall'organismo umano. Si basa sull’impiego di sostanze specifiche e mirate per combattere gli effetti lesivi di un veleno, a stimolare l'importante funzione escretrice degli emuntori principali (reni, intestino, polmoni, cute), e a favorire i processi di degradazione metabolica e di neutralizzazione delle sostanze tossiche (detossicazione). »

Le fasi

Il processo di disintossicazione avviene in tre fasi:

  1. le tossine accumulate si sciolgono liberando i loro costituenti
  2. acidi e tossine una volta diluiti vengono metabolizzati
  3. acidi e tossine vengono espulsi attraverso l’intestino, i reni, i polmoni, la pelle e le mucose

Tossine endogene

Tra queste dobbiamo elencare i metalli pesanti. Tra i più pericolosi abbiamo i seguenti:

  • PIOMBO
  • MERCURIO
  • CADMIO
  • ARSENICO
  • NICKEL
  • ALLUMINIO
  • STAGNO

Tossine esogene

Le principali sostanze di rifiuto generate dal nostro fisiologico metabolismo sono i CRISTALLI e le COLLE (o sostanze colloidali) che generano rispettivamente ACIDOSI e MUCOSI.

Tra i vari tipi di acidi i principali sono:

  • l'ACIDO URICO prodotto da un eccessivo consumo di proteine animali.
  • l'ACIDO OSSALICO prodotto da un eccesso di zuccheri raffinati e, di conseguenza, dall'alterazione della flora batterica intestinale (DISBIOSI).
  • l'ACIDO PIRUVICO anch'esso prodotto da un eccesso di carboidrati semplici nell'alimentazione.

La MUCOSI si riferisce alle sostanze di rifiuto che non sono solubili nei liquidi. Per esempio il catarro è una "colla" che non si scioglie nell'acqua.

Eliminazione

« ... »

Inserimento

« ... »

Bilancio acido-base

La regolazione dell'equilibrio acido-base ha l’importante funzione di filtrare ed espellere dal sangue le scorie del metabolismo, principalmente le sostanze azotate che si formano con la decomposizione delle proteine, tra cui l’urea e l’acido urico, riportando l'organismo verso uno stato alcalino.

Il digiuno

Il digiuno è un periodo di astensione totale o parziale dagli alimenti durante il quale l’organismo consuma le riserve nutritive accumulate in precedenza dalla normale alimentazione. Per digiuno non deve intendersi una cura o una terapia, ma “semplicemente” il riposo fisiologico dell’organismo.

I principali vantaggi per l'organismo per digiunare:

  1. Dimagrimento
  2. Compensazione fisiologica
  3. Riposo fisiologico
  4. Eliminazione

Le allergie alimentari

Le difese dell'organismo

  • Le reazioni infiammatorie
  • Il sistema immunitario
  • La memoria del Sistema immunitario
  • I disordini del Sistema immunitario
  • Le difese intestinali
  • Il complemento

Le allergie alimentari

  • La reazione allergica
  • Problemi dovuti alle allergie alimentari
  • Cibi che possono causare allergie alimentari
  • Diagnosi delle allergie alimentari

La visione medico scientifica

  • Il punto di vista medico sulle allergie alimentari
  • L'intervento medico dell'allergia alimentare

La visione olistica

  • Premesse
  • La teoria eziologica dell'Allergia alimentare
  • Visione olistica dell'Allergia alimentare

Teorie sulla longevità

DNA e casualità

» ... »

L'ambiente

» ... »

Guida alle terapie con gli alimenti

Indice analitico dei disturbi trattati con gli alimenti

  • Affezioni respiratorie
  • Allattamento
  • Alopecia
  • Anemia
  • Anoressia
  • Anticoncezionali
  • Appetito
  • Articolazioni
  • Asma
  • Aterosclerosi
  • Bronchiti
  • Calvizie
  • Cancro
  • Candidosi
  • Capillari (fragilità)
  • Carenze nutrizionali
  • Carie dentali
  • Cataratta
  • Cefalea
  • Celiachia
  • Colesterolo
  • Coliche
  • Coliti (colite ulcerosa)
  • Coronaropatie
  • Costipazione
  • Crescita
  • Denutrizione
  • Dermatite atopica
  • Diabete
  • Diarrea
  • Diete
  • Digiuno
  • Dimagrimento
  • Distorsione
  • Dolori articolari
  • Edema
  • Emicrania
  • Enfisema polmonare
  • Gastralgia
  • Gravidanza
  • Herpes
  • Immunità
  • Infezioni del cavo orale
  • Infezioni intestinali
  • Insonnia
  • Intolleranza al lattosio
  • Iperattività infantile
  • Ipercolesterolomia
  • Ipertensione
  • Laringite
  • Lussazione
  • Malattie infiammatorie
  • Mal di gola
  • Mal di testa
  • Morbo di Crohn
  • Mestruazioni dolorose
  • Micosi
  • Morbo celiaco
  • Nausea
  • Nevralgia
  • Obesità
  • Odontalgie
  • Parto
  • Prurito
  • Raffreddore
  • Reazioni autoimmunitarie
  • Rettocolite
  • Rinite
  • Rinofaringite
  • Ritardi nella crescita
  • Sazietà
  • Sciatalgia
  • Smagliature
  • Sonno
  • Sovrappeso
  • Spasmi
  • Stanchezza (stanchezza cronica)
  • Stipsi
  • Svezzamento
  • Sviluppo
  • Tabagismo
  • Tosse
  • Tracheite
  • Ulcera gastrica
  • Ulcera duodenale
  • Vaginite
  • Vertigini
  • Vista
  • Zoster

Avvertenze e cautele
Questa guida è stata ideata per integrare le cure del medico, ove già in atto o a seguito di un'attenta visita medica dei sintomi e disturbi segnalati. La medicina convenzionale e le scienze alimentari si incontrano sempre più spesso per collaborare e per avere una visione più ampia dei possibili interventi naturali a beneficio di tutti noi. Il fai da te non è mai consigliato, per ovvi motivi e per semplice buon senso.


I 10 consigli più importanti per la dieta quotidiana

Top 10

1. I semi giornalieri

2. Le porzioni di legumi

3. La Frutta

4. La verdura

5. I cereali

6. L'acqua e tisane

7. Cibi integrali e biologici

8. Integrazione nutrizionale

9. Cibi da evitare o ridurre

10. Cibi da eliminare o evitare