• Facebook
  • Twitter
  • Google+
  • Buffer
  • Tumblr

Una mostra affascinante di splendidi dipinti realizzati nel tardo quattrocento a Roma. La mostra ha come protagonista un dipinto molto particolare di uno degli artisti più acclamati ed estroversi del nostro Rinascimento: il perugino Bernardino di Betto, detto il Pintoricchio (1452 ca. – 1513). L’opera in mostra è la Madonna del Pintoricchio, accanto al più noto Bambin Gesù delle mani.

L’opera fu esposta e ammirata nei nuovi appartamenti papali. Giorgio Vasari si interessò a quest’opera per la scena che ritraeva il Papa in ginocchio davanti alla Madonna col Bambino benedicente, ritenuta da molti dell’epoca, il ritratto dell’amante del papa, la giovane e bella Giulia Farnese. Così scrive il Vasari: “Sopra la porta d’una camera la Signora Giulia Farnese per il volto d’una Nostra Donna: et nel medesimo quadro la testa di esso Papa Alessandro”. Per la presunta presenza di Giulia Farnese nella figura della Madonna, e non escludendo che il Bambino ritraesse uno dei figli del Borgia, non mancarono gli scandali e purtroppo gli interventi di censura da parte di Giulio II che ridurranno il dipinto in più frammenti una volta rimosso dalla parete. Ma abbiamo un’idea del dipinto grazie a una copia realizzata dal pittore mantovano Pietro Fachetti nel 1612.

La mostra “Pintoricchio pittore dei Borgia” prevede inoltre l’esposizione di 33 opere scelte del Rinascimento: ritratti della famiglia Borgia, dipinti di Bernardino di Betto, la Crocifissione della Galleria Borghese, le Madonne della Pace di San Severino Marche. Sono anche presenti 7 antiche sculture di età romana, provenienti dalle collezioni dei musei capitolini a completamento della mostra.

pintoricchio la madonna
  • Facebook
  • Twitter
  • Google+
  • Buffer
  • Tumblr

In mostra dal 19 maggio al 10 settembre 2017

Orari: 9.30 – 19.30 (Tutti i giorni)

Luogo Musei Capitolini

Catalogo Gamgemi Editore

Sito ufficiale www.museicapitolini.org

Share This