ROMA

Abbiamo visitato

MUSEO DI SCULTURA ANTICA GIOVANNI BARRACCO

CORSO VITTORIO EMANUELE

« Profittando delle circostanze favorevoli ho potuto formare un piccolo museo di scultura antica comparata. A parte certe lacune, che spero di sanare presto, le scuole più importanti dell’antichità si trovano rappresentate convenientemente: l’arte egiziana in tutte le sue fasi principali, dall’epoca delle piramidi fino al momento in cui la terra dei faraoni perde la sua indipendenza; l’arte assira nei suoi due periodi: quello di Assur-nazir-habal e quello dei Sargonidi; e infine l’arte cipriota, che non è la meno curiosa delle altre. Quanto alla Grecia il periodo arcaico, le grandi scuole del V e del IV secolo, poi l’epoca ellenistica sono rappresentati da pezzi notevoli. E’ lo stesso per l’Etruria. Un piccolo posto è stato riservato alla scultura palmirena che può essere considerata come uno degli ultimi riflessi dell’arte classica. »

Giovanni Barracco

Dal primo catalogo della collezione, 1893.

Un Museo bellissimo che ospita opere raramente presenti nei musei italiani come le lastre marmore dei palazzi reali delle città bibliche di Ninive e Nimrud. La collezione raccoglie opere d’arte egizia, assira, fenicia, cipriota, etrusca, greca e romana, e alcuni reperti di arte medievale.

Le nostre impressioni

– FEBBRAIO 2018 –

Pin It on Pinterest

Share This