Via Giulia racconta vite e storie di grandi Papi

Visita Guidata

Via Giulia

La Via dei Papi

La Via Giulia è una strada di Roma lunga circa un chilometro di grade interesse storico artistico. Fa parte quasi per intero del rione Regola. Solo la parte a nord appartiene al rione Ponte. Fu voluta, progettata e realizzata in parte da Papa Giulio II, a partire come progetto nel 1508, dal quale prese anche il nome. Lungo questa importante via troviamo chiese, oratori, palazzi, monumenti di grande interesse storico, solo per citare alcuni di questi: Palazzo Spada, la chiesa di S.Maria del Suffragio, Palazzo Farnese, sede dell’Ambasciata di Francia.

Il progetto ambizioso di Giulio II

L’ambizione di Giulio II era di realizzare nella via un grande palazzo con lo scopo di dove concentrare tutte le corti giudiziarie ed i notai, che all’epoca vivevano o lavoravano in luoghi diversi della città. La via doveva diventare il centro amministrativo della città, e per questo affidò il progetto al Bramante, così ci racconta il Vasari (Vita di Bramante): “Si risolvé il papa di mettere in Strada Giulia, da Bramante indirizzata, tutti gli uffici e le ragioni di Roma in un luogo, per la comodità ch’ai negoziatori avria recato nelle faccende, essendo continuamente fino allora state molto scomode“. Ma il progetto non si realizzò, e, nonostante l’avvio dei primi lavori, si concluse nel 1513 con la morte di Giulio II.
La visita guidata in Via Giulia si estende anche in alcuni vicoli adiacenti che ricordano vicende e personaggi di interesse storico interessanti per la nostra visita.

« Egli era prode, deciso, infaticabile. In lui l’anima comandava al corpo, un’anima esuberante di vita e di energia in un corpo sfinito che attingeva forza dall’anima ferma, imperiosa dalla quale era dominato. » – Frantz Funck-Brentano, Historia.

Forma Urbis

Forma Urbis

Museo Nazionale di Palazzo Massimo a Roma

Via Giulia fu teatro di una grande scoperta; nei sotterranei di una abitazione dei Farnese furono ritrovati 451 frammenti, dei 1.100 ritrovati fino ad oggi, della grande pianta iconografica di Roma antica, incisa su lastre di marmo e realizzata al tempo dei Flavi e restaurato e aggiornata successivamente da Settimo Severo. La pianta misurava ben mq. 360 (mt. 18 di lunghezza per mt. 20 di altezza), suddivisa in 140 lastre marmoree, i monumenti furono realizzati in scala media di 1:250 circa. La pianta è in esposizione presso l’Antiquarium dei musei capitolini.

« Quando un giorno da un malchiuso portone tra gli alberi di una corte ci si mostrano i gialli dei limoni; e il gelo del cuore si sfa, e in petto ci scrosciano le loro canzoni le trombe d’oro della solarità. » – Eugenio Montale, I limoni.

« Non sai, figlio mio, con quanta poca saggezza sia governato il mondo? » - Giulio II

Prossime visite

In preparazione

Prenotare entro il:

Dove

Roma – Via Giulia

Orari della visita

Dalle – alle

Partecipanti

Numero massimo: 15 Numero minimo: 10

L’Associazione si riserva la facoltà di annullare o modificare la visita in programma nel caso non venisse raggiunto il numero minimo di partecipanti previsto.

Costi per gli adulti

● Biglietto ingresso al Museo/Sito/Mostra:
non previsto

● Contributo Guida:
10,00 €

Costi per ragazzi e minori

(minori accompagnati da un adulto)

● Biglietto ingresso Museo/Sito/Mostra:
– non previsto

● Contributo Guida:
5,00 € da 11 a 18 anni
gratuito fino a 10 anni

Altre riduzioni

 

I nostri consigli

Percorso

Facile

Bambini

Si

Da sapere

Si scende nei sotterranei della Basilica

Diversamente abili*

Percorso accessibile

*Chiama l’Associazione per maggiori informazioni
Altri dettagli nell’email di prenotazione
La partecipazione è riservata ai Soci

historical archive

Mappa

del luogo della nostra visita

Calendario mensile di tutte le visite guidate in programma.

Diventa nostro Socio e partecipa alle nostre iniziative!

Share This